I migliori Bike Park in Italia

11/06/2020

Un Bike Park è una zona con percorsi di diversa difficoltà tecnica, impianti di risalita e strutture per il noleggio di bici, casco e protezioni. In questo articolo troverete una lista dei migliori Bike Park in Italia. 

Un Bike Park è un’area, generalmente servita da impianti di risalita, caratterizzata da tracciati in discesa di diverse tipologie e difficoltà. Una vera e propria rete di percorsi segnalati e gestiti, ideali per downhill, enduro e freeride. 

I Bike Park sono nati in forma amatoriale grazie al lavoro di appassionati biker che utilizzavano gli impianti di risalita per raggiungere quote più elevate. 

Oggi sono diventati invece una vera e propria opportunità, anche economica, per le località turistiche e soprattutto per gli impianti di risalita. Per questi ultimi infatti, è importante avere anche un utilizzo estivo, che in questa fase dell’anno sarebbe generalmente in perdita. 

Grazie ai Bike Park è davvero possibile vivere la montagna 365 giorni l’anno, estate inclusa. 

Scopri quali sono i migliori Bike Park in Italia 

FAI DELLA PAGANELLA, TRENTINO ALTO ADIGE 

Il Trentino è la regione della mountain bike per eccellenza. I sentieri del Dolomiti Paganella Bike coprono un’area di oltre 400 km e sono adatti ad ogni tipo di rider. 
Il Park è composto da 3 bike zone: downhill, freeride e flow, collegate tra loro da trail e impianti. Oltre a queste zone, si possono trovare percorsi in singletrack intermedi ed esperti, 3 pump track e la più bella skill area d’Europa. Senza dimenticare gli itinerari mtb per tutti i livelli e discipline. 
Inoltre il Park offre noleggi, tour organizzati, tracce gps, segnaletica, mappe, proposte di itinerari mtb, servizio shuttle bici bus, guide ed istruttori di mountain bike.

LIVIGNO, LOMBARDIA 

Il Bikepark Mottolino di Livigno deve la sua importanza ai Campionati Mondiali di Mountain Bike, che ospitò nel 2005. 
Con ben 600 metri di dislivello, comprende in totale 14 percorsi. 
Il percorso più facile è il “Take It Easy”, adatto ai principianti o al riscaldamento a inizio giornata. Il più difficile invece è il “Black Eye”, per chi ama le piste ripide e scivolose.

PONTE DI LEGNO – TONALE, LOMBARDIA  

Il Bike Park Ponte di Legno – Tonale si sviluppa tra il Passo del Tonale e Ponte di Legno, spingendosi fino a Temù, su 8 diversi trail. 
La risalita è garantita dalla veloce seggiovia Valbiolo, che porta fino a 2.200 metri. 
Per la discesa, si può scegliere tra diversi trail di varia difficoltà: facili, medi e difficili. 
La caratteristica fondamentale del Park è il flow, ovvero il terreno scorrevole. 
Inoltre, sono presenti numerose, particolari e divertenti north shore, ovvero le passerelle in legno.

Bike Park Ponte di Legno - Tonale
Bike Park Ponte di Legno – Tonale

VAL DI SOLE, TRENTINO ALTO ADIGE

Il Bike Park Val di Sole si sviluppa a partire dalla stazione intermedia della telecabina di Daolasa a Commezzadura. La località è tappa fissa dal 2006 della Coppa del Mondo di Mountain Bike. 
Da quota 1.500 metri partono 4 trail realizzati in stile flow e natural, fino al più impegnativo: Black Snake, percorso della Coppa del Mondo. 
La risalita è garantita da una comoda e veloce telecabina che trasporta fino a 3 rider con 3 bike.

VAL DI FASSA, TRENTINO ALTO ADIGE 

Il Fassa Bike Park del Belvedere di Canazei comprende più di 15 passerelle che formano oltre 300 metri di ponti, salti ed appoggi. Tutte le passerelle sono state dotate di protezioni e ricoperte con una rete per evitare lo scivolamento in caso di pioggia. 
Il Fassa Bike si raggiunge facilmente in funivia da Canazei o Alba. Dai 2.000 metri inizia la discesa lungo sentieri che alternano tratti con ostacoli naturali a parti artificiali, in un susseguirsi di curve e passerelle in legno. 
Il Bike Park offre servizi come tour di downhill, freeride ed enduro organizzati per adulti e bambini, oltre ai servizi di noleggio e bike washing. 

SAUZE D’OULX, PIEMONTE 

Il Bike Park di Sauze d’Oulx è uno dei primi Bike Park d’Italia e una vera chicca per gli appassionati. I percorsi si sviluppano su un territorio che sembra essere pensato appositamente per il gravity. I trail presenti sono molto tecnici e si snodano tra i boschi di larici ed i prati di montagna. Il dislivello complessivo è di oltre 1.000 metri. La seggiovia Jouvenceaux-Sarnas-Sportinia serve 13 percorsi: 2 facili, 10 medi ed uno difficile. Sui vari sentieri i rider possono mettere alla prova le proprie capacità di guida. Sono inoltre presenti molte strutture artificiali in legno. 

LA THUILE, VALLE D’AOSTA 

La località valdostana ospita un Bike Park d’eccezione. Tra i panorami mozzafiato, spiccano il Monte Bianco, il ghiacciaio del Rutor e più in lontananza il gruppo del Monte Rosa e il Cervino. Il Bike Park si sviluppa su un’ampia area che, a partire da quota 2.600 metri, scende per oltre 1.200 metri di dislivello fino al paese di La Thuile. 220 km di itinerari raggiungibili grazie agli impianti di risalita. La bellezza dell’ambiente in cui è inserito il Bike Park rende affascinante la rete dei suoi percorsi, altamente naturali e in armonia con il territorio.

PILA, VALLE D’AOSTA

Il Bike Park di Pila, Pila Bikeland, è uno dei più celebri d’Italia. Pila è da anni una delle più importanti località di riferimento per il mondo del downhill italiano ed internazionale. Nel 2005 infatti è stata sede della Coppa del Mondo, oltre ad essere tappa della iXS European Downhill Cup e della Gravitalia. 
Il Bike Stadium disegnato dall’ex campione del mondo Corrado Herin, è un capolavoro per tutti i gravity biker italiani. 
I tracciati downhill sono 16 e di questi, 10 compongono il Bike Stadium che include la discesa freeride Pila – Aosta. 
L’insieme di due tracciati forma la “Desarpa Bike”, per un totale di 15 km di lunghezza e 2.200 metri di dislivello. 

BARDONECCHIA, PIEMONTE 

Il Bardonecchia Kona Bike Park ospita 2 seggiovie e una cabinovia con diversi percorsi larghi e molto divertenti.  400 km di sentieri di diversa difficoltà, compresi tra i 1.300 ed i 3.000 metri
Il Park offre più di 40 percorsi serviti direttamente dagli impianti di risalita. 
I bikers possono cimentarsi in numerose discipline, come mountain bike, downhill, freeride e cross country. 
Oltre ai percorsi di varia difficoltà, il Bike Park offre diversi servizi come un Junior Park per i più piccoli. È presente un servizio di riparazione, lavaggio e assistenza bici, una scuola di mountain bike,  oltre ad hotel specializzati nell’accoglienza dei bikers. Infine sono presenti bar, ristoranti e rifugi in quota, per completare l’offerta di hospitality in ottica bike friendly.

PLAN DE CORONES, TRENTINO ALTO ADIGE 

Il Kronplatz Freeride Bike Park offre 6 tracciati di freeride di vari livelli tecnici: uno medio-facile, 2 di difficoltà media e 3 difficili. 
Per la salita si possono utilizzare le cabinovie di Riscone, Valdaora, del Passo Furcia e di San Vigilio di Marebbe. Due tracciati non sono raggiungibili con gli impianti di risalita. 

BREUIL CERVINIA, VALLE D’AOSTA 

Il Bike Park del Cervino comprende oltre 100 km di sentieri, innumerevoli passerelle e wall ride. I suoi trail principali offrono discese interminabili con lunghezze e dislivelli negativi da record. Uno di questi parte dai 3.500 metri del ghiacciaio del Plateau Rosà per arrivare all’abitato di Breuil-Cervinia. I migliori atleti d’Europa si sfidano ogni anno durante la rinomata competizione internazionale di discesa “Maxiavalanche”, specialità enduro. 

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche “Impianti di risalita e trasporto biciclette” oppure “Che cos’è un Bike Park?”.

iscriviti
alla nostra newsletter
Per ricevere aggiornamenti sui nuovi articoli.

Letta l'informativa:

other posts
| Sergio Battistini

Guida al Trail Building

11/06/2020

Prendersi cura dei propri sentieri per mountain bike è fondamentale. Questo è il Trail Building: la costruzione e la manutenzione dei sentieri.

Che cos'è un Bike Park
| Sergio Battistini

Che cos’è un bike park?

25/04/2020

Sentiamo spesso parlare di Bike Park, ma cos’è in pratica? Un’analisi sulle diverse tipologie di bike park e sulle strutture che possono farne parte.