Dolomeet è impresa aderente CIAB

È già da un po’ che possiamo affermare che Dolomeet è azienda amica della bicicletta, ma da oggi è scritto nero su bianco grazie all’adesione a CIAB, il Club delle Imprese Amiche della Bicicletta.

Si tratta di un’associazione che mette in rete le aziende e gli enti amici che vedono nella bicicletta un asset per la sostenibilità e che intendono dunque sviluppare attività in favore della bicicletta nel quadro di una politica della mobilità sostenibile rivolgendo le loro attività in questo senso ai propri dipendenti, ai loro clienti e alla cittadinanza.

Perchè l’abbiamo fatto?

Con l’adesione a CIAB Dolomeet diventa ancora più bike friendly, un altro importante passo verso la sostenibilità d’impresa da aggiungersi al percorso intrapreso con la collaborazione di Linfa Consulting.

Assicurazione “RC Bici” CIAB

CIAB garantisce l’assicurazione RC bici a tutti i dipendenti, dirigenti e amministratori dell’azienda per i loro spostamenti in bici in tutta Europa, sia per andare al lavoro che per i propri spostamenti quotidiani o di piacere.

Networking e Partnership

L’associazione mette in rete tra loro tutte le aziende, gli enti, i professionisti, gli operatori turistici che abbiano a cuore l’importanza della mobilità sostenibile.

Formazione

Eventi formativi, best practices, team building, gaming e formule innovative per incentivare il bike to work, asset chiave per la mobilità urbana.

Primo passo per la certificazione

Aderire a CIAB è un requisito fondamentale per ottenere la certificazione come “Azienda Bike Friendly”.
La certificazione di FIAB permette alle aziende di misurarsi con l’unico standard europeo volontario per le sedi lavorative le riconosce ufficialmente per avere realizzato al loro interno un ambiente di lavoro che promuove e sostiene l’utilizzo della bicicletta.

Visibilità

Ogni ente aderente ha una sezione dedicata nel sito CIAB in cui verranno elencate le attività compiute per la promozione della ciclabilità. CIAB e FIAB si impegnano ad organizzare ogni anno all’interno di un momento fieristico o convegnistico, almeno un evento per la promozione e la visibilità del club, in cui le principali imprese aderenti possono presentarsi e comunicare le azioni compiute per la promozione della ciclabilità e della mobilità sostenibile.


Entra anche tu nel Club

Bici e treno: la nuova normativa e le compagnie ferroviarie più bike friendly

La crescente popolarità del ciclismo nell’Unione ha implicazioni per il turismo e per la mobilità generale. Un maggiore ricorso sia ai trasporti ferroviari sia agli spostamenti in bicicletta nella ripartizione modale riduce l’impatto del trasporto sull’ambiente. Le imprese ferroviarie dovrebbero pertanto agevolare il più possibile la combinazione di viaggi ferroviari e spostamenti in bicicletta

Si apre con queste parole il nuovo regolamento europeo 2021/782 in materia di diritti e obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario. Nello specifico, nell’articolo 6 viene esplicitamente dichiarato che i passeggeri hanno il diritto di portare biciclette a bordo del treno. Inoltre, se un passeggero effettua una prenotazione per una bici e il trasporto di tale bicicletta viene rifiutato senza un motivo giustificato, il passeggero ha diritto a un itinerario alternativo o a un rimborso.

Il regolamento incoraggia le compagnie ferroviarie a considerare un numero adeguato di posti per le biciclette, “qualora si avviano procedure di appalto per l’acquisto di nuovo materiale rotabile o si sottopone il materiale rotabile esistente a un ammodernamento significativo”.

Ma piano con l’entusiamo…

Per l’attuazione delle norme dovremo comunque aspettare due anni (7 giugno 2023) per le regole dettate dal nuovo regolamento e 4 anni per i requisiti di spazio per le biciclette.

Ma quali sono le compagnie ferroviarie europee più bike friendly oggi?

A darci una risposta è il rapporto “Cyclists love Trains: an analysis of the bicycle friendliness of European railway operators” dell’European Cyclists’ Federation (ECF). 

L’analisi ha previsto il coinvolgimento di 69 compagnie ferroviarie europee, esaminando una serie di criteri come le carrozze dedicate alle biciclette, il costo del trasporto della bicicletta e i canali di prenotazione per l’acquisto di un posto per bike a bordo del treno.

Dalla ricerca è emerso che 15 delle 69 compagnie analizzate (circa il 22%) non ammettono il traposto della bici a bordo di un treno; 12 di queste 15 compagnie offrono servizi di trasporto ferroviario di lunga percorrenza.

Ma risultati entusiasmanti arrivano dalla Germania che si aggiudica il primo posto nella classifica delle compagnie ferroviarie più bike friendly con la NS-DB (Intercity Berlin). L’Italia invece si aggiudica il 16esimo posto con Trenitalia ma perde punti con Italo che si posiziona agli ultimi posti. Di seguito la classifica:

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche Trasporto aereo e biciclette: la guida alle tariffe 2021

Bike Resort: la prima certificazione europea per Bike Hotel

Bike Resort è la prima certificazione europea per Bike Hotel. È sinonimo di ospitalità bike oriented e garantisce uno standard di accoglienza elevato. Porta vantaggi al privato, al territorio e all’utente finale. 

La certificazione Bike Resort nasce in un periodo in cui il settore delle due ruote è in forte crescita ed evoluzione e richiede un costante aggiornamento e una specializzazione nell’ambito di un sistema di offerte dedicate a target diversi.  
L’ospite è sempre più esigente e per questo bisogna garantirgli una sempre maggiore qualità dell’offerta. 

Cos’è la certificazione Bike Resort 

Bike Resort è sinonimo di ospitalità bike oriented. Il marchio garantisce infatti uno standard di accoglienza elevato, grazie a servizi esclusivi e selezionati, sviluppando il settore ricettivo, aumentando l’interesse verso il territorio e garantendo esperienze uniche al cliente finale. 

Caratteristiche della certificazione 

Il marchio Bike Resort si propone come leva competitiva all’interno del contesto turistico outdoor. Si tratta di una certificazione prestigiosa che premia attività meritevoli nell’erogazione di servizi per il mondo bike. L’obiettivo è quello di stimolare un miglioramento del servizio con il soddisfacimento di alcuni standard qualitativi per poter offrire al biker un servizio utile e soddisfacente, il più possibile vicino alle sue aspettative. 

Bike Resort rappresenta quindi un valore aggiunto caratterizzato da trasparenza e garanzia, all’interno di un sistema univoco di valutazione per requisiti

Classificazione Bike Resort

Bike Resort: la prima certificazione europea per Bike Hotel

Per ottenere la certificazione, le strutture dovranno raggiungere un punteggio superiore al 70% nella categorie di riferimento con relazione al massimo punteggio ottenibile.

In base al punteggio ottenuto, i Bike Hotel vengono classificati in 3 livelli: bronze, silver e gold

Le struttura classificate “Bronze” sono hotel accoglienti e in grado di offrire i servizi di base, hanno intrapreso un percorso di crescita e di investimento con l’obiettivo di rappresentare un riferimento per il mondo bike.

Le strutture classificate “Silver” offrono servizi avanzati e si presentano come pienamente rispondenti alle esigenze dei biker. 

Le strutture classificate “Gold” offrono servizi d’élite per ogni tipologia di biker (siano essi ciclisti su strada, mountain biker, gravity o cross country) e coniugano comfort esclusivi ad un’impostazione orientata all’outdoor e alla vacanza attiva.

Esiste anche la classificazione “Gold Plus”: non si tratta di un vero e proprio livello, ma di un riconoscimento ulteriore per chi raggiunge risultati di eccellenza nel livello gold. 

Ogni hotel certificato riceverà un diploma che attesterà il livello acquisito.

I requisiti 

Gli standard di accoglienza qualitativa sono 12, poi suddivisi in ulteriori requisiti per un totale di oltre 120 attributi ai quali assegnare i punteggi. La somma derivante classificherà la struttura secondo i tre livelli.

I punteggi, in fase di audit, sono attribuiti in base ai seguenti servizi: 

  • Deposito bici custodito
  • Spogliatoio e lavanderia
  • Servizio di manutenzione bike ordinaria e officina 
  • Servizio di bike washing
  • Guide e materiale specialistico
  • Area relax, angolo fitness e massaggi
  • Assistenza medica e fisioterapica
  • Ristorazione dedicata
  • Accompagnamento, noleggio e riparazione bici 
  • Servizi di recupero e assistenza
  • Servizi di bike sharing, ricarica e-bike con apposita colonnina e approccio ecocompatibile 
  • Servizi congressuali. 
bike-resort-deposito
Deposito Bike

I vantaggi per l’albergatore 

La certificazione Bike Resort offre vantaggi esclusivi agli albergatori perché aiuta la struttura a crescere e a valorizzare i propri servizi. L’adeguamento dell’hotel agli standard qualitativi richiesti dal prodotto bike crea vantaggi diretti per l’albergatore, che in questo modo amplia il suo bacino d’utenza, grazie all’accrescimento della sua visibilità ed autorevolezza

I vantaggi per il territorio

La certificazione Bike Resort offre vantaggi al territorio amplificando il fascino di una destinazione. Il territorio trae quindi valore aggiunto per la promozione della sua immagine nei confronti di un target profilato, osservandone e soddisfacendone aspettative e bisogni specifici. 

I vantaggi per l’utente

Infine, la certificazione offre un vantaggio anche all’utente. Il marchio infatti rappresenta uno strumento in grado di orientare le scelte del visitatore alla ricerca di mete e strutture in grado di soddisfare i bisogni di chi viaggia in bici. Orienta il cliente nell’acquisto, offrendo informazioni dettagliate sulla qualità dei servizi offerti e sul grado di personalizzazione della bike experience.  

Come funziona

  • Primo contatto in video conferenza o direttamente sul posto
  • Valutazione audit per l’accertamento dei requisiti e l’ottenimento dei punteggi
  • Assegnazione del marchio e del diploma di certificazione 
  • Servizio di consulenza sul posto e da ufficio. 
  • Riconferma della certificazione: con cadenza annuale, tramite visita della struttura per la verifica della sussistenza dei requisiti e dei servizi. 

Chi può richiederla

La certificazione può essere richiesta da strutture ricettive alberghiere ed extra-alberghiere, alloggi ad uso turistico, rifugi escursionistici, consorzi di hotel, consorzi turistici, pro loco, associazioni di promozione turistica, associazioni di categoria e aziende di promozione turistica.