L’Università di Verona attiva il corso Esperto Promotore della Mobilità Ciclistica

Anche per il 2024 l’Università di Verona attiverà il corso Esperto Promotore della Mobilità Ciclistica.

Giunto quest’anno all’undicesima edizione, il corso si sviluppa su 42 ore di didattica frontale e 4 giornate di esercitazione pratica alla scoperta delle più belle ed attrezzate aree bike e ciclabili italiane.

Il corso, sostenuto da FIAB e ANCI, mira a preparare un nuovo professionista capace di affrontare le crescenti richieste del mercato nell’utilizzo della mobilità ciclistica come mezzo sostenibile di trasporto, nonché come strumento per lo sviluppo turistico e la promozione della salute.

Tra le materie oggetto del corso troviamo:

  • aspetti tecnici legati al mondo bike e della ciclabili;
  • aspetti cicloturistici;
  • aspetti gestionali commerciali e sportivi;
  • esercitazioni in bici sui territori;
  • aspetti comunicativi e legati la mondo della divulgazione ed educazione;
  • stage e/o project work.

Da 10 anni l’Università organizza questo corso di perfezionamento “Esperto Promotore della Mobilità Ciclistica” che si avvia ad aver diplomato circa 300 professionisti. Il corso forma una nuova figura professionale capace da fare da raccordo tra pianificatori, progettisti, portatori di interesse, operatori economici e turistici, politici ed amministratori, per promuovere la mobilità ciclistica urbana e territoriale. Dei 300 diplomati e diplomandi del 10° corso in fase di completamento, 22 hanno attivato attività imprenditoriali, 34 hanno avviato attività professionali, 43 sono volontari esperti spesso in dialogo con le istituzioni locali, 29 sono dipendenti di Enti Pubblici o Ministeri, 4 sono Sindaci, Assessori o Consiglieri Comunali e 15 svolgono altre attività comunque connesse alla diffusione della mobilità ciclistica.

Federico Schena

EPMC e Dolomeet

Nel 2023 anche Dolomeet era presente al corso EPMC, Alessio Migazzi e Sergio Battistini hanno infatti completato il percorso di formazione.

Per noi di Dolomeet, abituati a girare l’Italia su sentieri e territori inesplorati è stata un’opportunità unica per approfondire nuove conoscenze applicate alla mobilità urbana ed al cicloturismo.

Esperto Promotore Mobilità Ciclistica: come accedere al corso

Ore complessive e percentuale di frequenza obbligatoria: 42 ore di didattica frontale e 40 per escursioni. Il 70% di presenza è obbligatoria.

Requisiti di accesso e modalità di selezione: ogni tipo di laurea o diploma, eventuale selezione solo in caso di raggiungimento di un numero di iscrizioni superiore al massimo consentito.

Crediti: 13 CFU Universitari per ingegneri e architetti CFP come formazione universitaria con elaborato finale.

Posti disponibili e costo di partecipazione: da un minimo di 15 a un massimo di 25 con un costo di iscrizione/partecipazione di 716,00 Euro.

Presentazione domande: entro 29 febbraio 2024

Svolgimento del corso: aprile – ottobre 2024

Riferimenti operativi: marcopassigato@gmail.com

Ti è piaciuto l’articolo? Leggi anche Il Mobility Manager: chi è e cosa fa